Lanci falliti e test imminenti: cosa c’è di vero?

Mettiamo subito le cose in chiaro: quando si parla di Corea del Nord i dati certi non sono mai molti, quindi cerchiamo sempre di analizzare tutte le notizie a nostra disposizione prima di darvi una nostra opinione.

Secondo quanto affermato da The Diplomat, in aprile vi sarebbe stato un lancio fallito di uno Hwasong-12.

La Corea del Nord non dà mai notizia del fallimento dei suoi lanci (eventi molto più frequenti in passato, cosa che manifesta l’aumento di tecnologie ed efficienza dell’industria bellica nordcoreana), quindi dobbiamo solitamente basarci sulle informazioni fatte trapelare dall’intelligence oppure su immagini satellitari non sempre chiarissime.

In particolare, nella foto che vedete in capo all’articolo, si apprezza una modifica della morfologia dell’ambiente nella città di Tokchon, secondo alcuni esperti dovuta all’impatto del missile con il suolo il 28 aprile del 2017: il missile sarebbe partito da Pukchang per poi cadere a terra dopo poche decine di km nella vicina area. Non vi è certezza di morti o feriti.

Ciò che rende questa notizia poco attendibile è il fatto che sia venuta fuori soltanto adesso, a distanza di vari mesi: i media occidentali sono solitamente degli avvoltoi quando si parla di Corea del Nord, sempre pronti a rilanciare notizie anche non verificate, dei casi eclatanti sono il presunto collasso del sito di Punggye-Ri, la pubblica gogna della Nazionale di calcio oppure la vera e propria leggenda sulla presenza in tutti i nordcoreani di gravi malattie.

Inoltre, le variazioni dell’ambiente possono essere dovute a svariate cause, ma certamente un missile che cade sul proprio territorio raccoglie più share.

Al contempo, la CBS segnala come in Corea del Nord vi sia attività nei pressi di alcune postazioni utilizzate per il lancio di missili e questo potrebbe comportare un lancio “in questa settimana o al massimo la prossima”, dichiara il giornalista David Martin.

La postazione con più movimento sembrerebbe quella che ha “ospitato” il lancio dello Hwasong-15 a fine novembre, quindi pochi chilometri a sud della capitale Pyongyang.

Queste attività potrebbero sembrare in contrasto con il disgelo in corso tra Pyongyang e Seul, ma in realtà dimostrano come la Corea del Nord sia coerente con quanto dichiarato negli ultimi mesi e ribadito pochi giorni fa (nonché con quanto sottolineato da Kim Jong-Un).

2 pensieri riguardo “Lanci falliti e test imminenti: cosa c’è di vero?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...